Translate

martedì 10 gennaio 2017

L’origine del Parkinson: va cercata nell’intestino

Uno Studio Usa condotto da ricercatori del California Institute of Technology mostra il legame biologico tra la malattia ed il microbioma intestinale.


Pubblicato il 09/01/2017 su LaStampa Salute, di STEFANO MASSARELLI.


Una nuova importante conferma dell'importanza della buona fisiologia intestinale.


"La causa del morbo di Parkinson potrebbe non risiedere nel cervello, quanto nell’intestino. Alcuni batteri intestinali sembrano infatti giocare un ruolo chiave nell’accumulo di quelle proteine «deformi» che innescano la morte dei neuroni dopaminergici e la conseguente comparsa dei disordini motori.

Ad avanzare questa ipotesi è una nuova ricerca statunitense condotta da ricercatori del California Institute of Technology, pubblicata sulla rivista Cell. «Abbiamo scoperto per la prima volta un legame biologico tra la malattia di Parkinson e il microbioma intestinale. Più in generale, questa ricerca rivela che un disturbo neurodegenerativo può avere origine dall’intestino, non solo dal cervello come si pensava in precedenza.

La scoperta che alcune modificazioni nel microbioma possono essere coinvolte nella malattia di Parkinson rappresenta un cambio di paradigma e apre nuove possibilità per il trattamento dei pazienti», ha commentato l’autore dello studio Sarkis Mazmanian del California Institute of Technology, già autore di numerosi studi internazionali sul microbioma.

Batteri che innescano la malattia (....)"

Nessun commento:

Posta un commento