Translate

sabato 25 giugno 2016

Trapianto fecale

Come qualunque giovane mamma con un bambino molto malato, Tatum Williams avrebbe fatto qualsiasi cosa - non importa quanto strana - per fare star meglio il suo bambino. Così, quando i medici le dissero che l'ultima possibilità di Jesse per curare una infezione intestinale a pericolo di vita era quella di trasferire un campione di feci - sì, cacca - da madre a figlio, Williams non ha esitato. "Sono stata tutto per lui", ha ricordato la 28-anni, madre di due da Baltimora. Dopo alcune ricerche, ha accettato subito ciò che è noto come Fecale Microbiota trapianto, o FMT, un trattamento insolito usato per combattere grave diarrea ricorrente e altri sintomi causati da un brutto parassita chiamato Clostridium difficile, o C. diff. "Abbiamo avuto a che fare con la sua C. diff per nove mesi", ha detto Williams. "Stava perdendo peso a causa di tutto ciò che avrebbe perso nel suo pannolino." Jesse potrebbe essere stato il figlio più giovane sottoporsi al trattamento che trasferisce le feci da un donatore sano per aiutare a ripopolare i batteri benefici nel colon infetto. Ma per quanto riguarda Williams pur preoccupata, non c'era altra scelta. "Non poteva fare del male", ha detto il Dr. Sudhir K. Dutta, il capo del dipartimento di gastroenterologia al Sinai Hospital di Baltimora, quindi ha ha accettato. Il bambino riccioluto soffriva tutti i segni della pericolosa infezione contagiosa che è diventata sempre più comune con più di 300.000 pazienti all'anno negli ospedali degli Stati Uniti e causando circa 14.000 morti, secondo le autorità sanitarie federali.




Jesse, che è nato a 27 settimane di gestazione, ha affrontato con diversi problemi fin dalla nascita, tra cui distress respiratorio e problemi di alimentazione, il tutto aggravato dalla infezione da C. diff. Il bambino già aveva ricevuto antibiotici potenti, anche una immunoglobulina per via endovenosa - emoderivati - iniezione per combattere l'infezione, senza alcun risultato. "Hanno davvero avuto altra scelta", ha detto Dutta, che ha eseguito il trapianto a marzo. Il suo assistente è il Dott Ritu Walia, anche di Sinai Hospital. La coppia ha presentato la propria relazione sul caso di Jesse alla riunione scientifica annuale della American College of Gastroenterology a Las Vegas. Dutta ha guadagnato l'attenzione per il suo lavoro di trapianto fecale, tra cui una clip che è andata in onda su Comedy Central The Colbert Report.




La Infezione da C. diff si verifica quando il virus di formazione invade l'intestino, spesso dopo un uso pesante di alcuni tipi di antibiotici che uccidono altri batteri sani nell'intestino. Si tratta di una infezione spesso acquisita negli ospedali, anche se i pazienti in case di cura e di altri centri di cura ottengono C. diff, troppo frequentemente. Non è chiaro come Jesse ha acquisito la sua infezione, anche se è stato ricoverato in ospedale spesso durante la sua breve vita. I trapianti fecali sempre sono stati utilizzati in adulti con percentuali di successo fino al 90 per cento o più, in base alle recensioni recenti. Un nuovo studio pubblicato la scorsa settimana da ricercatori della Henry Ford Hospital ha scoperto che 43 di 49 pazienti con infezioni diff C. recuperato rapidamente dopo il trapianto fecale e non ha avuto problemi fino a tre mesi più tardi. Eppure, eseguire la procedura su un bambino era diverso. Lo sgabello è tipicamente trasferito attraverso un tubo che va dal naso allo stomaco, o attraverso una colonscopia. "Le preoccupazioni erano fondamentalmente la perforazione dell'intestino in un bambino così", ha spiegato Dutta. "Così fragile, così delicati." I pediatri della Johns Hopkins Hospital erano riluttanti per eseguire il trapianto essi stessi, così si riferivano Jesse a Dutta, che ha dovuto ottenere la certificazione speciale per lavorare su un bambino. Una volta che la procedura è stata approvata, un donatore doveva essere trovato, preferibilmente qualcuno dalla stessa economia domestica. I test hanno dimostrato la mamma di Jesse è stata una buona donatrice. Nonostante le prime preoccupazioni, la procedura è andato liscia, Dutta ha detto. Ancora meglio, Jesse ha iniziato a migliorare la quasi immediatamente. "Nel giro di due giorni, ho visto i cambiamenti", ha detto la madre. "E 'stato incredibile." Dal momento del il trapianto fecale, tuttavia, egli non è stato ricoverato in ospedale e sembra guarire meglio, ha detto sua madre. "Ora, è un tipico di 2 anni," ha detto. "Lui ama giocare con le automobili, Mickey Mouse." Williams applaude i medici della Johns Hopkins e Sinai per aver organizzato la procedura insolita che ha aiutato la sua famiglia, che comprende il padre di Jesse, Chad Snyders, e suo fratello, Kaiden, 9. Ma, ha aggiunto , la salute di suo figlio più giovane è niente di meno che una benedizione.






Traduzione originale, articolo nativo in Inglese su:


http://www.today.com/health/fecal-transplant-mom-cures-ailing-toddler-1C6600023

Nessun commento:

Posta un commento